Michele Santoro e il suo dirigibile ‘Italia‘ tornano, giovedì 15 dicembre a partire dalle 21.10 su Rai2, con “La botta” di Francesca Fagnani e Dina Lauricella. Protagonisti: Roberto Saviano, il giornalista Gad Lerner, padre Alex Zanotelli e il rapper di origini ghanesi Bello FiGo. E con la partecipazione di Giulia Innocenzi, con le “incursioni” dal web, e il ritorno di Vauro. La seconda tappa del viaggio di Italia si svolge tra le periferie romane di Ponte di Nona e Tor Bella Monaca, luoghi abbandonati dove si annida quella rabbia, frustrazione e rifiuto per le classi dirigenti che hanno portato in massa a votare “No” al referendum (circa il 70% in questi quartieri). Una “botta”, come la “botta” che arriva dopo il primo tiro di cocaina. Il tema del reportage è come le periferie romane stiano prendendo sempre più le sembianze di quelle napoletane, con piazze di spaccio a cielo aperto e il traffico di droga come unico welfare per un intera popolazione lasciata fuori da tutto, dal lavoro, dall’istruzione, dalla vita. Aumento delle disuguaglianze, ascensore sociale bloccato, paura per la perdita di identità moltiplicata dalla paura dell’immigrazione di massa: è dalle ferite di questa città nella città – comuni in gran parte alle ragioni della vittoria di Trump negli Stati Uniti – e dal “ceto medio disagiato” che questo nuovo governo, appena incaricato, ripartirà?
Giovedì 15 dicembre alle 21,10 segui la diretta streaming di Italia su ilfattoquotidiano.it 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Rai2, giovedì 15 dicembre torna Santoro con la seconda puntata di Italia alle 21.10

prev
Articolo Successivo

Italia, Tor Bella Monaca: così si confezionano le dosi di cocaina

next