Nella cornice del Cinema Farnese di Roma è lo storico Salvatore Bono l’ospite della rassegna “Mediterraneo al Cinema” organizzata dall’Unimed (QUI il programma), in collaborazione con la libreria Fahrenheit 451, la casa editrice Castelvecchi e il Fatto Quotidiano in qualità di media partner. Tema del secondo incontro: “Schiavi e corsari nel Mediterraneo“. “I rifugiati come nuovi schiavi moderni? Direi di no, ma certo sono la realtà di oggi così com’era ieri. Ma nei secoli scorsi chi arrivava come schiavo, riusciva a scalare la società, fino ad arrivare anche a cariche alte. L’Europa oggi non sa integrare i rifugiati, ma l’integrazione avverrà lo stesso. Perché la storia è integrazione”, spiega Bono ai microfoni del fattoquotidiano.it. Per poi provocare il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, pur senza citarlo: “Vorrei dire a un noto politico legato alla Lombardia: si ricorda mai perché la Lombardia si chiama così? Erano i barbari ad essere arrivati lì, in una regione che oggi è tra le migliori d’Italia”
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Bologna, attacco caserma carabinieri: arrestato un francese. “Attentato con finalità terroristiche di matrice anarchica”

prev
Articolo Successivo

Robot domestico apre l’anno accademico della Scuola Sant’Anna di Pisa. E Doro porta i fiori

next