Nella cornice del Cinema Farnese di Roma è lo storico Salvatore Bono l’ospite della rassegna “Mediterraneo al Cinema” organizzata dall’Unimed (QUI il programma), in collaborazione con la libreria Fahrenheit 451, la casa editrice Castelvecchi e il Fatto Quotidiano in qualità di media partner. Tema del secondo incontro: “Schiavi e corsari nel Mediterraneo“. “I rifugiati come nuovi schiavi moderni? Direi di no, ma certo sono la realtà di oggi così com’era ieri. Ma nei secoli scorsi chi arrivava come schiavo, riusciva a scalare la società, fino ad arrivare anche a cariche alte. L’Europa oggi non sa integrare i rifugiati, ma l’integrazione avverrà lo stesso. Perché la storia è integrazione”, spiega Bono ai microfoni del fattoquotidiano.it. Per poi provocare il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, pur senza citarlo: “Vorrei dire a un noto politico legato alla Lombardia: si ricorda mai perché la Lombardia si chiama così? Erano i barbari ad essere arrivati lì, in una regione che oggi è tra le migliori d’Italia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Bologna, attacco caserma carabinieri: arrestato un francese. “Attentato con finalità terroristiche di matrice anarchica”

next
Articolo Successivo

Robot domestico apre l’anno accademico della Scuola Sant’Anna di Pisa. E Doro porta i fiori

next