L’ex ministro del Bilancio francese Jérôme Cahuzac, 64 anni, è stato condannato a 3 anni di prigione senza condizionale per frode fiscale. Un’inchiesta della procura di Parigi nel 2013 aveva scoperto l’esistenza di conti bancari segreti di Cahuzac e di sua moglie in Svizzera, nell’isola di Man e a Singapore, per un valore di almeno 3,5 milioni di euro. È stata accolta la richiesta del procutarore, che insieme ai 3 anni di carcere ha chiesto “5 anni di ineleggibilità“. Colpevole anche l’ex moglie di Cahuzac, Patricia, che dovrà scontare due anni senza condizionale come l’ex-ministro.

Lo vicenda risale al dicembre 2012, quando il sito francese Mediapart aveva accusato l’allora ministro del Bilancio di possedere dei conti all’estero. Cahuzac, inizialmente, aveva smentito le accuse giurando a François Hollande di non aver mai posseduto un conto in Svizzera. Quattro mesi dopo, era stato costretto ad ammettere che il conto esisteva da 20 anni e si era dimesso. Fu il primo duro colpo per Hollande, eletto presidente da pochi mesi, che aveva fatto della trasparenza un pilastro della sua campagna elettorale. E Cahuzac, ex chirurgo, era stato scelto proprio per dare una svolta nella lotta all’evasione fiscale. Gli ex coniugi Cahuzac hanno già rimborsato il fisco di una parte della cifra evasa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aleppo, Assad: “Vittoria, ma non è la fine della guerra”. Russia e Usa discutono la tregua

next
Articolo Successivo

Calcio nella schiena senza motivo, donna precipita dalle scale della metro di Berlino. L’inquietante sequenza

next