“Questo della legge elettorale è solo un alibi per imporre il quarto governo di fila non scelto dagli italiani”. Vuole elezioni subito la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che all’indomani del voto che ha bocciato la riforma costituzionale chiede di tornare alle urne il prima possibile. Anche con l’Italicum. “Si può partire da questa legge – spiega fuori da Montecitorio – facendo delle modifiche: via i capolista bloccati, leghiamo il premio di maggioranza alla coalizione, rivediamo la soglia dell’eventuale ballottaggio e adeguiamolo al Senato. Sono cose che si fanno in dieci giorni se si vogliono fare. Noi come opposizione non abbiamo i voti per votare una legge elettorale. Il primo passo deve venire da Renzi. Ci va bene tutto, tranne il solito governo dell’inciucio”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

I nuovi Re di Roma

di Il Fatto Quotidiano 6.50€ Acquista
Articolo Precedente

Referendum 2016, “campagna per il Sì”: il Carroccio espelle il leghista “eretico”

next
Articolo Successivo

Referendum, la Campania vota No. Ora il Pd deve fare i conti con il De Luca perdente

next