Polemica rovente in due match durante Tagadà (La7): protagonista dello scontro è il giornalista de Il Fatto Quotidiano, Andrea Scanzi,che si confronta prima con il sindaco di Pesaro e vicepresidente del Pd, Matteo Ricci, e poi con il giornalista Piercamillo Falasca del comitato ‘Basta un sì’. Il dibattito è incentrato sulla vittoria di Trump alle elezioni Usa, riguardo alle quali Ricci osserva: “Ormai lo scenario politico occidentale è diviso su due schieramenti: quello riformista e quello populista. Trump ha trasformato il partito repubblicano in un partito di destra diverso da quello di prima, esattamente come la Le Pen in Francia e il M5S in Italia”. “Cosa vuol dire populismo?” – replica Scanzi – “Lo sono tutti in una campagna elettorale, quindi è una parola che non vuol dire assolutamente niente. La verità, come dice Cacciari, è che siamo di fronte a una ‘secessio plebis’, un allontanamento da quello che prima era l’alveo della sinistra. Sono scappati. E se gli proponi la Clinton o Renzi, non li riconquisti più”. La polemica deflagra quando Ricci accusa il fronte del NO al referendum di aver imbarcato populisti ed esponenti della vecchia politica: “Hanno un solo argomento: votare contro Renzi”. Non ci sta Scanzi: “Sono affascinato da questa quintalata di populismo da uno che pretende di essere riformista contro i populisti. E’ un’argomentazione stupida. Faccio anche i complimenti al comitato ‘Basta un Sì’” – continua– “Siete così democratici che avete fatto un esposto a La7 per vietare che alcuni giornalisti, come me, Travaglio e Padellaro, vadano a esprimere il NO”. Falasca si appella alla legge sulla par condicio, che “va rispettata”, ma la firma del Fatto ribatte: “Quindi, dovreste farla rispettare anche a Rondolino e alla Meli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Mentana contro Renzi: “Lettera agli italiani all’estero cerca rapporto unilaterale, così si falsa il referendum”

next
Articolo Successivo

Crozza-Trump: “La cosa più importante? La Fondazione Internazionale Globale d’America. La F.I.G.A.”

next