“Perché invece di ‘superamento del bicameralismo paritario’ non scrivono ‘abolizione dell’elezione diretta da parte dei cittadini dei nuovi senatori’? Perché non scrivono ‘immunità parlamentare per i consiglieri regionali’?”. Sono queste due delle questioni rilanciate dal palco della tappa genovese della “Marcia M5S per la Costituzione” che da sabato 1 ottobre sta percorrendo la Liguria. Cosa succede se vince il No? “Ci sarà spazio per le nostre proposte – dichiara a ilfattoquotidiano.it Danilo Toninelli, deputato del Movimento 5 Stelle – Tra le quali cancellazione dell’immunità parlamentare e dei vitalizi”. “Non ci sarà alcun disastro – aggiunge il senatore Carlo Martelli – questa Costituzione, figlia dell’antifascismo, ha permesso all’Italia di diventare una delle sette potenze commerciali più grandi del Mondo, se questo è il disastro che prefigura Renzi sono contento di votare no e tenerlo”. Presente all’iniziativa anche l’avvocato e costituzionalista Antonio Caputo: “Con questa riforma si accentra pericolosamente il potere di chi sta al governo, viene affossato il ‘diritto al reclamo’, d’altronde JP Morgan ha dichiarato esplicitamente che nelle costituzioni della ‘periferia sud dell’Europa’ si tutelano troppi diritti e vanno superate. È questo il retroterra della riforma, come cittadini disarmati non possiamo che reagire, resistere e votare no al referendum del 4 dicembre” di Pietro Barabino

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Referendum costituzionale, il Pd paga 400mila euro al guru Messina. In tutto il partito spenderà quasi 3 milioni

prev
Articolo Successivo

Referendum, Lotti: “D’Alema accecato da rabbia e odio per non aver avuto la poltroncina di consolazione”

next