Dopo soli 18 giorni dalla sua elezione, Diana James, leader dello Ukip, il Partito per l’indipendenza del Regno Unito, si è dimessa. Su Twitter James, 56 anni, ha scritto: “È chiaro che non ho sufficiente autorità, né il pieno supporto dei colleghi per realizzare i cambiamenti che credo necessari e su cui ho basato la mia campagna. Continuerò a impegnarmi nella mia attività e nelle mie responsabilità come membro eletto tra le fila dell’Ukip al Parlamento europeo. Lascio per motivi personali e professionali“.

James aveva preso il posto di Nigel Farage che si era dimesso dopo il referendum del 23 giugno per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Il presidente dell’Ukip Paul Oakden ha annunciato che convocherà una riunione di emergenza per definire il processo di elezione del successore. Farage, guida storica del partito, ha escluso però un suo ritorno: “Non torno neanche per 10 milioni di dollari”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Arabia Saudita, morto Salah Mansur: “l’ultimo comunista”, testimone di una società che era pronta al cambiamento

next
Articolo Successivo

Bruxelles, due poliziotti accoltellati: un arresto. Procura: “Attacco terroristico”

next