“Lo dico all’Anpi, questo governo è orgoglioso di aver messo più soldi di qualsiasi altro governo, a tutela della memoria. Nel mio cuore c’è il 70esimo, vissuto a Marzabotto con Ferruccio e gli altri eredi di quella battaglia, perché voglio garantire che comunque la si pensi sul referendum costituzionale, quei valori sono anche i nostri”. Così il premier Matteo Renzi ieri sul palco della festa de l’Unità di Bologna nel confronto con l’Anpi, facendo confusione tra ‘battaglia’ e ‘strage’ con la mattanza perpetrata nel 1944 dalle truppe naziste nel comune in provincia di Bologna

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Svizzera, “prima i nostri”. Il referendum della Lega Ticinese contro frontalieri italiani che imbarazza Maroni

next
Articolo Successivo

Caro Renzi, altro che Bertinotti. Fu Prodi a spianare la strada alle destre

next