Un’auto come sala parto e il papà come ostetrico. Così una donna, già mamma di tre bambini di 4, 3, 2 anni, ha dato alla luce il suo piccolo sul sedile posteriore della macchina. Che era intrappolata nel traffico di Ferragosto sulla statale Aurelia nel Savonese.

Elena, giovane mamma di Boissano, entroterra di Loano (Savona), ha partorito il suo quarto figlio mentre stava cercando di raggiungere l’ospedale. Il bimbo avrebbe dovuto nascere tra una decina di giorni, ma la mamma ha iniziato ad avere le contrazioni, mentre si trovava in spiaggia. Tutti in macchina per raggiungere l’ospedale, ma non c’è stato il tempo. Mamma e bebè stanno bene.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ferragosto, Papa Francesco dedica la preghiera dell’Angelus alle donne “sopraffatte dal peso della vita e della violenza”

next
Articolo Successivo

Trieste, scontro frontale tra due tram: otto feriti, compresi i due autisti

next