Marito e moglie sono stati uccisi all’interno di un condominio popolare di Mazara del Vallo (Trapani). Sui loro corpi sono visibili segni di coltellate alla gola e all’addome. I cadaveri di Angelo Cannavò, 30 anni, piccoli precedenti per spaccio alle spalle, e Rita Maria Decina, 29 anni, sono stati scoperti dai vicini che hanno chiamato i soccorsi intorno all’ora di pranzo di venerdì 5 agosto.

I corpi si trovavano fra le scale e l’appartamento della coppia, al terzo piano dello stabile al civico 25/A.  Sull’episodio indaga la Squadra mobile di Trapani e il commissariato di Mazara del Vallo. La coppia, che non aveva figli, abitava a Mazara 2, un quartiere periferico che da un po’ di tempo a questa parte è considerato una base dello spaccio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bologna, donna trovata morta in un albergo. Si indaga per omicidio

prev
Articolo Successivo

Bologna, fermato il presunto killer della escort uccisa in hotel. Aveva già commesso violenze contro prostitute

next