Marito e moglie sono stati uccisi all’interno di un condominio popolare di Mazara del Vallo (Trapani). Sui loro corpi sono visibili segni di coltellate alla gola e all’addome. I cadaveri di Angelo Cannavò, 30 anni, piccoli precedenti per spaccio alle spalle, e Rita Maria Decina, 29 anni, sono stati scoperti dai vicini che hanno chiamato i soccorsi intorno all’ora di pranzo di venerdì 5 agosto.

I corpi si trovavano fra le scale e l’appartamento della coppia, al terzo piano dello stabile al civico 25/A.  Sull’episodio indaga la Squadra mobile di Trapani e il commissariato di Mazara del Vallo. La coppia, che non aveva figli, abitava a Mazara 2, un quartiere periferico che da un po’ di tempo a questa parte è considerato una base dello spaccio.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, donna trovata morta in un albergo. Si indaga per omicidio

next
Articolo Successivo

Bologna, fermato il presunto killer della escort uccisa in hotel. Aveva già commesso violenze contro prostitute

next