Dolore e disperazione. Al Policlinico di Bari il pronto soccorso è affollato. I parenti dei feriti coinvolti nell’incidente ferroviario avvenuto questa mattina tra Andria e Corato, cercano informazioni sui propri cari. la maggior parte dei feriti è stata trasportata nell’ospedale di Andria. Mentre a Bari, all’istituto di Medicina legale del Policlinico, stanno arrivando costantemente per lo più le salme delle vittime. Qualche isolato prima, invece, al centro trasfusionale, sono in tanti i ragazzi che hanno deciso di contribuire, donando il proprio sangue. “Dopo aver appreso la notizia siamo rimasti a bocca aperta. Pensavamo che certe cose nel 2016 non succedessero più, invece succedono. Dai social network e dal passaparola abbiamo appreso di poter essere utili e siamo qui per fare anche noi la nostra parte” Mariateresa Totaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Puglia, scontro frontale tra due treni nel tratto a binario unico tra Corato e Andria: 25 morti e 50 feriti

next
Articolo Successivo

Scontro treni Puglia, “raddoppio linea entro il 30 giugno 2015”. Ma i lavori, finanziati dalla Ue con 180 milioni, non sono mai partiti

next