Notte di violenze in Francia dopo la vittoria in semifinale agli Europei contro la Germania. In Borgogna una persona è morta in una rissa, mentre a Parigi si sono verificati scontri tra un gruppo di giovani e le forze dell’ordine. Già all’inizio del torneo, si erano registrati episodi di violenze tra i tifosi inglesi e russi. 

Immagine e video tratti dal profilo Twitter di Remy Buisine

 

Un uomo di una sessantina d’anni, la cui identità non è stata ancora rivelata, è morto a Belfort, in Borgogna, durante una lite scoppiata dopo la semifinale degli Europei Francia-Germania, vinta dai padroni di casa. Lo ha detto una fonte di polizia all’emittente BFMTV.com, secondo cui l’uomo sarebbe stato colpito da un tavolo lanciato durante la rissa, scoppiata per cause ancora da chiarire, mentre si trovava sulla terrazza di un ristorante. L’uomo è morto in ospedale seguito alle ferite riportate. Due persone sono state prese in custodia anche se il loro coinvolgimento, hanno spiegato le autorità, è ancora da dimostrare. Un’indagine sui fatti è attualmente in corso.

A Parigi, invece, si sono registrati incidenti sugli Champs-Elysées tra gruppi di tifosi e polizia. Gli scontri si sono verificati durante i festeggiamenti per il 2-0 realizzato dalla nazionale di casa contro la Germania. Sono partiti attacchi con bottiglie di vetro e petardi nei confronti delle forze dell’ordine e cassonetti di rifiuti sono stati incendiati. Sul posto sono accorsi camion della polizia e gli agenti hanno risposto con gas lacrimogeni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europei 2016, i francesi copiano la ‘geyser dance’ degli islandesi prima e dopo la semifinale contro la Germania (VIDEO)

next
Articolo Successivo

Portogallo – Francia. Casa, chiesa, calcio: ritratto di Fernando Santos, l’allenatore – ingegnere che ha trascinato i lusitani in finale

next