Dalla Lombardia alla Sicilia, il comitato per il “No” alle riforme costituzionali in occasione delle manifestazioni del 25 aprile organizza banchetti per la raccolta firme in tutta Italia. L’obiettivo è quello di chiedere una consultazione popolare “contro la legge elettorale e la deforma costituzionale Renzi-Boschi”. “Si tratta di due provvedimenti”, spiegano i promotori, “il cui combinato disposto determina uno stravolgimento delle regole istituzionali che porterebbe l’esecutivo a prevalere sul Parlamento, ridotto ad un ruolo di sostanziale ratifica delle decisioni del capo, cambiando quindi profondamente la natura della democrazia italiana e in particolare la Costituzione nata proprio dalla Resistenza e dalla vittoria sul fascismo”.

La raccolta firme nel giorno del 71esimo anniversario della Liberazione ha, secondo il comitato per il “No”, un significato simbolico. “Firmare per i referendum”, concludono i promotori, “è un modo concreto per difendere la democrazia nata dalla Resistenza e ridare la parola ai cittadini: sono firme che non costano nulla, ma valgono molto e per questo sono stati organizzati banchetti in tutte le piazze italiane dove si svolgono le manifestazioni per il 25 Aprile”. Di seguito l’elenco dei banchetti in tutta Italia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regione Lombardia, M5S: “Treni regionali comprati senza gara d’appalto. Speso mezzo miliardo in 5 anni”

prev
Articolo Successivo

Corruzione, Renzi rilancia: “Finito tempo della subalternità ai pm, voglio vedere le sentenze”

next