Presto arriverà nelle concessionarie europee, ma per il lancio della nuova Leaf 30kWh, Nissan ha scelto un video quantomeno insolito, che vi proponiamo qui a seguire. Siamo in Norvegia, vicino ai monti Scandes in località Norefjell: il modello è completamente coperto da una coltre di ghiaccio spessa 65 mm, quando direttamente dal proprio smartphone il proprietario attiva lo sbrinamento da remoto, una delle nuove funzionalità del sistema di infotainment NissanConnect EV, di serie negli allestimenti Acenta e Tekna. A quel punto il ghiaccio inizia a sciogliersi, svelando le forme della Leaf 30 kWh.

Il filmato vuole evidenziare l’affidabilità di un’auto che è stata sottoposta a numerosi test nelle condizioni di guida più impegnative. Ai clienti che vivono in condizioni climatiche estreme, come quelli di Norefjell, Nissan offre anche il Nordic Pack, che include un impianto di riscaldamento supplementare della batteria, espressamente progettato per gestire gli effetti delle temperature più rigide.

La nuova Nissan LEAF 30 kWh ha un’autonomia del 26% superiore a quella del modello precedente, in virtù dell’innovativa tecnologia della batteria da 30 kWh. In Italia la versione d’ingresso è LEAF Acenta Flex 30 kWh con prezzi a partire da 28.990 euro e batteria a noleggio pari a 79 euro al mese (per 36 mesi e fino a 30.000 km annuali).

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Emissioni di NOx, verso l’approvazione dei test su strada. L’Europa non blocca la risoluzione più permissiva

next
Articolo Successivo

Kia Optima Sportswagon e Niro, a Ginevra i coreani vogliono diventare “grandi”

next