Pierfrancesco Majorino all’ultimo metro supera Francesca Balzani, ma il sondaggio di Ixè per Agorà sulle primarie del Pd a Milano non va in onda durante il programma di Rai3 per mancanza di tempo. Così Majorino ora polemizza proprio con la Rai: “Nell’informazione – dice in un’intervista a Radio Popolare – serve pari opportunità poi saranno i cittadini a decidere liberamente”. La Rai, continua, “ha un sondaggio che non è stato reso pubblico per motivazioni che mi sfuggono e chiediamo, io credo insieme ai miei colleghi sfidanti, che venga divulgato”. In questo sondaggio secondo l’assessore alle Politiche sociali del Comune, “io non sarei più il terzo incomodo”. A rispondere a Majorino è il conduttore di Agorà, Gerardo Greco.

Primarie MilanoI dati di Ixè confermano che in testa – e con margine non indifferente – c’è ancora Giuseppe Sala, candidato sul quale puntano i vertici del partito, Matteo Renzi compreso. Sala è dato con una forbice di voti che va dal 45,5 al 48,5 per cento. La notizia è che dopo queste settimane di campagna elettorale per la prima volta Majorino, assessore al sociale della giunta Pisapia, supera Francesca Balzani, che nella stessa giunta è vicesindaco con delega al Bilancio. Majorino è dato su valori tra il 25 e il 28 per cento, mentre la Balzani (considerata la candidata più vicina al sindaco uscente Giuliano Pisapia) in una quota tra il 24,5 e il 27,5. In ogni caso né Majorino né la Balzani, con queste cifre, sembrano in grado di recuperare il distacco da Sala nei due giorni di elezioni primarie (sabato e domenica prossimi). Il quarto candidato, Antonio Iannetta, viene accreditato di preferenze che non supererebbero l’1 per cento.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, unioni civili: maggioranza favorevole (ma di poco). E 3 su 4 sono contrari alle adozioni ai gay

next
Articolo Successivo

Primarie Milano 2016 – quando, dove e come si vota il 6 e il 7 febbraio

next