Denutrita e con un cappio di nylon al collo che l’ha quasi decapitata provocandole un abnorme rigonfiamento della testa. Così i veterinari della Clinica Duemari di Oristano hanno trovato questa cagnetta subito ribattezzata “Palla“. Non si sa se l’animale sia stato maltrattato o se si sia ritrovato in questa condizione per un incidente. Secondo quanto raccontato sulla pagina Facebook della clinica la “povera cagnetta, forse tipo pitbull, aveva un laccio di nylon stretto al collo che le aveva quasi segato la testa che si è enormemente gonfiata. Recuperata perché rubava il mangime delle galline”. Palla ora ha bisogno di tantissime cure: chiunque volesse aiutarla cagnetta può contattare la clinica

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Volpino suona il clacson per richiamare la padrona. Lei: “Siamo al cimitero, torno subito”

prev
Articolo Successivo

Cuccioli da salvare nel fango: mamma cane scava nel cunicolo e tira fuori uno di loro

next