In considerazione del permanere di valori sopra i limiti di Pm10 e Pm2,5, la Giunta comunale milanese ha deciso il blocco totale della circolazione dei veicoli privati nel territorio del Comune di Milano per le giornate di lunedì 28, 29 e mercoledì 30 dicembre dalle ore 10 alle 16. Le centraline di tutta la Lombardia registrano valori fuori norma da ormai un mese e le condizioni meteo indicano la possibilità che la situazione si protrarrà anche nelle prossime due settimane. Fino a Capodanno nella città milanese si potrà inoltre viaggiare tutto il giorno sui mezzi pubblici con un biglietto singolo da 1,50 euro. La giunta ha infatti deciso di prorogare questa facilitazione in considerazione degli alti livelli di polveri sottili registrati. L’incentivo è partito lo scorso 14 dicembre e in questi giorni si è registrato un aumento del 10% dei viaggiatori su autobus e metro.

Continua l’emergenza smog nelle principali città italiane favorita dalle condizioni meteo con l’alta pressione che porta all’aumento della presenza degli inquinanti nell’aria. A Roma non basta la circolazione a targhe alterne decisa dal Campidoglio. Una situazione preoccupante, come ha fatto capire anche l’intervista de ilfattoquotidiano.itCristina Balzarotti, pneumologa del Centro diagnostico italiano di Milano, che ha parlato di casi in aumento di tumore polmonare con i bambini come soggetti più a rischio.

“Oggi in Giunta, oltre ad aver deciso la proroga degli sconti per l’utilizzo dei mezzi pubblici – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Pierfrancesco Maran – abbiamo ritenuto di assumere questa ulteriore misura a tutela della salute dei nostri concittadini. Auspichiamo che analogo provvedimento sia assunto dai comuni della Città metropolitana e lombardi”. Nella giornata di mercoledì 24 dicembre, sarà emanata l’ordinanza relativa al blocco della circolazione che verrà subito pubblicata sul sito del Comune di Milano. Ieri, su questo tema, si è registrata anche la protesta dei consiglieri del Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia, che hanno accusato la giunta Maroni di “inerzia e scarsi investimenti”, insomma un “fallimento”.

A Roma, intanto, il commissario Francesco Paolo Tronca ha avuto una riunione con i ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e dell’Ambiente, Gianluca Galletti per affrontare l’emergenza smog. Dall’incontro è emerso che – se le condizioni atmosferiche dovessero rimanere oltre i limiti – potranno essere adottate misure più drastiche dopo le festività natalizie, come il ricorso all’extrema ratio: il blocco totale della circolazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Green economy, approvata la legge: dalle multe per chi getta mozziconi a terra ai fondi per la mobilità sostenibile

next
Articolo Successivo

Emergenza smog, Roma fa dietro-front: no al blocco totale del traffico per il 28-29 dicembre. Sì alle targhe alterne

next