Un traffico di armi e un giro di mercenari da reclutare e mandare nei Paesi africani martoriati dai conflitti, come la Somalia. E’ quanto scoperto dall’indagine della Dda di Napoli su un’organizzazione criminale che, dalle prime informazioni, avrebbe avuto contatti con il clan dei Casalesi e con ambienti del terrorismo internazionale.

Il lavoro dell’antimafia partenopea ha portato a perquisizioni in tutta Italia, da nord a sud, compiute dal Gico della Guardia di Finanza di Venezia, dallo Scico e da altri reparti. Gli indagati sono oltre trenta, per la maggior parte gravitanti in Veneto.

L’inchiesta è condotta dai pm della Dda di Napoli Catello Maresca e Maurizio Giordano, coordinati dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli. Il traffico riguarda in particolare la vendita di componenti di aerei, elicotteri e fucili mitragliatori.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Commissione Moro, il ritorno di Calogero: “I servizi bloccarono indagini su Hyperion. E anche l’inchiesta 7 Aprile”

next
Articolo Successivo

Morì dopo Tso, autopsia: “Andrea Soldi morì per strangolamento atipico”

next