Raffaele Cantone, presidente dell’Associazione Nazionale Anticorruzione (Anac), a ‘L’Aria che tira’ (La7) parla dell’attacco ricevuto al congresso Anm dal segretario generale Carbone. “Mi è dispiaciuto leggere sui giornali (perché non seguo i lavori dei congressi Anm) le critiche a me – afferma -. E trovo strano che nella magistratura non si possa mai esprimere una critica, perché altrimenti la si delegittima. Forse mi attaccano perché collaboro con il governo, ma a quel punto non capisco perché critiche analoghe non arrivino a quei magistrati che passano in politica, nei ministeri. Io ricopro un ruolo tecnico. Si guarda la pagliuzza, e non la trave. Gli applausi dei colleghi mi hanno ferito”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carlo Giovanardi e i suoi lasciano Ncd: ‘Partito di Alfano ha fallito. Pd impone rivoluzione antropologica delle nozze gay’

next
Articolo Successivo

Evasione, Padoan: “Per Orlandi stima. Modo per contrastare l’evasione è cambiato”. Ma Zanetti: “Voglio vedere Renzi”

next