“Dieci di anni di carcere per violenza sessuale pluriaggravata e concussione“. E’ la richiesta della Procura di Trapani per don Sergio Librizzi, ex direttore della Caritas della città siciliana. Il sacerdote è stato arrestato nel giugno 2014 quando era anche membro della commissione territoriale per i richiedenti asilo.

Gli inquirenti lo accusano di aver chiesto e ottenuto prestazioni sessuali agli immigrati con la promessa di un aiuto per ottenere il permesso di soggiorno. Al momento dell’arresto, gli investigatori trovarono 10mila euro all’interno del contenitore solitamente usato per le offerte; la somma non era registrata nella contabilità dell’ente. Il sacerdote è anche implicato in un’altra indagine sulla gestione dei centri per l’accoglienza degli immigrati nel trapanese.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mario Mantovani, nuova accusa per l’appalto dei dializzati: “Concussione”

prev
Articolo Successivo

Mafia Capitale, ex dg Ama Fiscon a processo. Ignazio Marino non sarà in aula. Il 26 alla sbarra ex assessore Ozzimo

next