“Lo affermo pubblicamente per la prima volta: stiamo aiutando e nascondendo decine di donne che ci hanno chiesto una mano per scappare e lasciare la loro terra perché non vogliono che i loro figli crescano nella cultura mafiosa“. Lo ha detto don Luigi Ciotti a “Bel tempo si spera” su Tv2000.

Il presidente di Libera ha parlato delle “grandi protagoniste di queste storie”, donne e soprattutto mamme, “che per amore dei loro figli stanno dicendo basta e stanno chiedendo aiuto, molte non sono né collaboratrici né testimoni ma stanno chiedendo una mano”.

Don Ciotti ha lanciato anche un appello alla politica: “Abbiamo chiesto di avviare un nuovo meccanismo legislativo che consenta anche a chi non è in grado di collaborare di vivere una vita in sicurezza. Il consenso c’è ma bisogna accelerare i tempi. E’ necessario poter cambiare i dati anagrafici dei bambini al fine di permettere loro di andare a scuola. La lotta alla mafia significa lavoro e istruzione prima di tutto”.

“Stiamo facendo miracoli – ha concluso don Ciotti – grazie alla collaborazione dei presidi delle scuole e alcuni sindaci. Che bello sentire il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, pronunciare ai ragazzi la frase ‘la scuola è vostra’”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ndrangheta, maxi operazione antidroga “Cosa nostra si rifornisce dai calabresi”

next
Articolo Successivo

Antimafia, a Ostia scontro M5S-Sabella. Don Ciotti: “Qualche grillino sta dall’altra parte”

next