E’ diventato una vera e propria leggenda in rete un bambino di 10 anni, che la scorsa settimana si è reso protagonista di una prodezza ardita e applaudita. Fan scatenato del White Sox, il ragazzino, nei primi minuti di una partita di baseball che si disputava allo stadio U.S. Cellular di Chicago, ha invaso il campo da gioco, gabbando le cinque guardie di sicurezza. Correndo come una furia incontenibile, tra finte e dribblate, il bambino è stato inseguito senza successo dai cinque addetti, uno dei quali è caduto faccia a terra ed è rimasto quasi esanime sul campo. Incitato dai cori degli spettatori, il bimbo alla fine è stato fermato e accompagnato fuori dallo stadio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Calcio, Mourinho: “La dottoressa Eva Carneiro non sarà in panchina a Manchester”

prev
Articolo Successivo

Olimpiadi 2024, per Roma “l’incubo” Los Angeles: la “città ideale” vuole candidarsi

next