Aggressione in diretta, durante In Onda (La7), per la giornalista Sara Giudice, durante un collegamento a Tarquinia (Viterbo). L’inviata si trovava in un luna park, in cui è possibile, persino per i bambini, sparare a pupazzi dalle sembianze di politici italiani. Un gruppo di uomini e donne si sono avvicinati a Sara Giudice, le hanno strappato il microfono e dato uno schiaffo. Poi l’hanno strattonata assieme al cameraman per oscurare la telecamera. La giornalista ha cercato di recuperare il microfono, ma le è stato strappato nuovamente e il segnale è stato interrotto. I conduttori Tommaso Labate e David Parenzo, visibilmente preoccupati, hanno ripetutamente chiesto notizie della collega e invocato l’intervento delle forze dell’ordine

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Droghe, Giovanardi: “Un ragazzo che si fa di canne ha buchi e lesioni irreversibili nel cervello”

next
Articolo Successivo

Gomez vs Tonini (Pd): “Crisi della politica? Perché non dice che è etica e morale?”

next