La Commissione europea ha aperto un’indagine su Eurodisney per violazione delle leggi antitrust. Il parco divertimenti parigino è accusato di vendere biglietti a prezzo gonfiato ai visitatori non residenti in Francia. I pacchetti premium, in particolare, ai francesi sono offerti a 1.346 euro, ma salgono a 1.870 per gli inglesi e addirittura a 2.447 per i cittadini tedeschi.

Secondo il Financial Times, il caso è ora sul tavolo del commissario al Mercato interno, la polacca Elzbieta Bienkowska, che ha annunciato l’apertura di una inchiesta nei confronti del parco giochi più grande d’Europa per verificare se davvero applica prezzi più alti ai visitatori di alcune nazionalità, in violazione delle norme europee. “E’ tempo di andare fino in fondo – ha avvertito Bienkowska, citata dal quotidiano inglese – e sono interessata ad avere risposte e spiegazioni perché stento a vedere quale giustificazione possa esserci per queste pratiche”.

L’inchiesta nasce dopo numerose denunce sulle discriminazioni sulla base della nazionalità. Ora, ha riferito una fonte Ue, Bruxelles contatterà in proposito il governo francese, che deve assicurare il rispetto della normativa comunitaria.

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Eni, Saipem: “Perdita da 920 milioni nel semestre, 8.800 esuberi in 3 anni”

next
Articolo Successivo

Riciclaggio, Gdf: “Difficile controllare money transfer, sono sportelli bancari ombra”

next