Fascia nera al braccio e luminici accesi per i senatori del Movimento Cinque Stelle dopo che il ministro dei rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, annuncia la questione di fiducia sul ddl ‘Buona Scuola’ nell’aula di Palazzo Madama. “Abbiamo acceso i lumini – spiega la senatrice 5 Stelle Michela Montevecchi – perché oggi Renzi uccide la scuola pubblica e la Costituzione. Hanno usato gli emendamenti delle opposizioni come una scusa per arrivare oggi alla questione di fiducia”  di Annalisa Ausilio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Livorno, Nogarin un anno dopo il voto: tra tagli, risparmi e gli scontri con Rossi

prev
Articolo Successivo

Profughi, Renzi: “Soluzione condivisa”. Tusk: “Non c’è consenso Ue su quote”

next