Ogni anno, in occasione degli esami di maturità, si rincorrono puntualmente voci sulle anticipazioni delle tracce ministeriali in Rete al terrore che si diffonde su presunte perquisizioni da parte delle forze dell’ordine. Bufale e leggende che la Polizia postale in collaborazione con il portale Skuola.net smentisce con un video. Marco Cervellini, Responsabile dei progetti educativi della Polizia di Stato, svela tutte le verità sull’esame di Stato

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Maturità 2015, oppressi dagli esami? L’incoraggiamento di Gianni Morandi: “Un abbraccio, dai!”

prev
Articolo Successivo

Maturità 2015, Miur: “La terza prova non sarà obbligatoriamente su 5 materie”

next