Un ordigno artigianale è stato fatto esplodere all’alba di oggi, 21 maggio, davanti alla finestra di uno degli uffici del Municipio di Quartu Sant’Elena (Cagliari), terza città della Sardegna per numero di abitanti. L’episodio è avvenuto alle 5,30. La bomba, di medio potenziale, era stata piazzata davanti alla finestra dell’ufficio protocollo. A Quartu il 31 maggio si vota per le elezioni amministrative.

L’esplosione ha scardinato un’inferriata, che è stata scaraventata sulle scrivanie dell’ ufficio, mandato in frantumi la finestra e rotto gli infissi. Alcuni frammenti di cemento sono finiti sulle auto in sosta. È subito scattato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Quartu, coordinati dal capitano Raffaele Cossu e gli artificieri del Comando provinciale di Cagliari. Fortunatamente nell’esplosione nessuno è rimasto ferito. I militari hanno avviato indagini per risalire ai responsabili.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Touil arrestato per la strage del Bardo. “Ma quel giorno era a scuola in Italia” (FOTO)

next
Articolo Successivo

Attentato al Bardo, media: “Il 18 marzo Touil era a Tunisi e incontrò i terroristi”

next