Un ordigno artigianale è stato fatto esplodere all’alba di oggi, 21 maggio, davanti alla finestra di uno degli uffici del Municipio di Quartu Sant’Elena (Cagliari), terza città della Sardegna per numero di abitanti. L’episodio è avvenuto alle 5,30. La bomba, di medio potenziale, era stata piazzata davanti alla finestra dell’ufficio protocollo. A Quartu il 31 maggio si vota per le elezioni amministrative.

L’esplosione ha scardinato un’inferriata, che è stata scaraventata sulle scrivanie dell’ ufficio, mandato in frantumi la finestra e rotto gli infissi. Alcuni frammenti di cemento sono finiti sulle auto in sosta. È subito scattato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Quartu, coordinati dal capitano Raffaele Cossu e gli artificieri del Comando provinciale di Cagliari. Fortunatamente nell’esplosione nessuno è rimasto ferito. I militari hanno avviato indagini per risalire ai responsabili.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Touil arrestato per la strage del Bardo. “Ma quel giorno era a scuola in Italia” (FOTO)

prev
Articolo Successivo

Attentato al Bardo, media: “Il 18 marzo Touil era a Tunisi e incontrò i terroristi”

next