Editoriale di Gianni Dragoni sulla restituzione dei soldi ai pensionati dopo la sentenza della Consulta per 17 milardi di euro: “L’intervento allo studio del governo per restituire i soldi ai pensionati in seguito alla sentenza della Consulta costerebbe 17 miliardi. Per il responsabile economico del Pd, Filippo Taddei, verrebbero “trasferite risorse ingentissime al terzo di pensionati più ricchi”. Chi sono? Sono 6 milioni, quelli che prendono un assegno da 1.443 euro mensili lordi in su, netti sono un po’ meno di 1.200 euro”. E spiega: “Per non aumentare il deficit, il governo intende rimborsare solo una parte dei pensionati. Ma secondo il Rapporto sullo Stato sociale, la previdenza è in attivo da anni, dal 1998. Secondo Il Sole 24 Ore, il costo dell’indennizzo sarebbe meno di 3 miliardi sui 17 totali previsti. Se si tolgono soldi a chi ha gli assegni più alti, come si chiama questa se non una tassa patrimoniale nascosta?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Servizio Pubblico, Damilano: “Stacchio, Zancan e Don Luca Favarin lottano da soli, senza aiuto dello Stato”

next
Articolo Successivo

Servizio Pubblico, Bitonci: “I migranti non possono stare nelle case private, è pericoloso”

next