Le stesse scene di guerriglia metropolitana dello scorso anno a Ferguson, con scontri e razzie nei negozi, stanno avvenendo a Baltimora, nel Maryland, dove è esplosa la rabbia della comunità afroamericana contro la polizia dopo l’uccisione dell’ennesimo ragazzo di colore, Freddie Gray, deceduto dopo l’arresto con la spina dorsale spezzata. Una donna che, però, si è accorta che tra il gruppo dei contestatori c’è anche il figlio che aveva tirato dei sassi contro la polizia, decide di portarlo via e per farlo lo riempie di scappellotti e sberle. Il giovane viene, quindi, allontanato dalla madre che continua ad insultarlo e strattonarlo. Il video ha fatto il giro della rete raggiungendo migliaia di condivisioni

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vietnam, quarant’anni dopo: amnesia o riconciliazione?

next
Articolo Successivo

Terremoto Nepal, valanga vicino all’epicentro: “Forse 250 dispersi”. Farnesina: “10 italiani irreperibili”

next