Le stesse scene di guerriglia metropolitana dello scorso anno a Ferguson, con scontri e razzie nei negozi, stanno avvenendo a Baltimora, nel Maryland, dove è esplosa la rabbia della comunità afroamericana contro la polizia dopo l’uccisione dell’ennesimo ragazzo di colore, Freddie Gray, deceduto dopo l’arresto con la spina dorsale spezzata. Una donna che, però, si è accorta che tra il gruppo dei contestatori c’è anche il figlio che aveva tirato dei sassi contro la polizia, decide di portarlo via e per farlo lo riempie di scappellotti e sberle. Il giovane viene, quindi, allontanato dalla madre che continua ad insultarlo e strattonarlo. Il video ha fatto il giro della rete raggiungendo migliaia di condivisioni

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vietnam, quarant’anni dopo: amnesia o riconciliazione?

prev
Articolo Successivo

Terremoto Nepal, valanga vicino all’epicentro: “Forse 250 dispersi”. Farnesina: “10 italiani irreperibili”

next