Trovato l’accordo tra l’azienda ferroviaria Ntv e i sindacati: via libera ai contratti di solidarietà e ritiro dei licenziamenti. Dopo un incontro durato 9 ore la decisione è stata quella di applicare la solidarietà per i prossimi due anni al 21% medio lordo e di ritirare la procedura di licenziamento collettivo avviata nei confronti di 246 dipendenti.

La società ha siglato due documenti. Nel primo si evidenzia il costo del lavoro e la redditività attesa dall’azienda per i prossimi cinque anni mentre il secondo è relativo al contratto di solidarietà.

L’azienda ha poi programmato una serie di incontri con le organizzazioni sindacali per verificare alcuni temi gestionali senza aggravio di costi. Le parti si sono quindi impegnate a ritirare da una parte la messa in mobilità e dall’altra ogni forma di protesta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fca e Sergio Marchionne: anni di battaglie per eliminare la ‘parte variabile’

prev
Articolo Successivo

Retribuzioni Fca, sindacati all’attacco di Landini “Lui ai talk, noi risolviamo crisi”

next