Case agli Italiani” si legge scritto a caratteri cubitali sulla porta dell’asilo di via Pinelli a Torino. La scuola è stata occupata da una decina di famiglie con il supporto di Soccorso Tricolore, associazione di destra legata al consigliere regionale Maurizio Marrone, Fratelli d’Italia. L’istituto era chiuso da anni e in attesa di essere dismesso, al suo interno ci sono diversi manufatti in amianto. Gli occupanti, che non vogliono essere ripresi in viso, sono disperati: “non lavoro da quattro anni, meglio qui che per strada”. La rabbia si convoglia tutta contro gli stranieri: “A  loro danno le case, mentre noi dormiamo in macchina”. Si tratta dell’ennesima occupazione abitativa in città, Soccorso Tricolore ha preso un palazzina in zona Lingotto da oltre due anni nella quale adesso vivono diverse famiglie. Proprio a due passi dall’ex Villaggio olimpico dove oltre 600 richiedenti asilo hanno occupato 4 palazzine  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia Capitale, Tecce vs Marino: ‘Vada a vedere le topaie dei Totti che Comune paga oro’

next
Articolo Successivo

Padova, padre uccide la figlia con un colpo di pistola. Poi si toglie la vita

next