Piazza di Spagna è stata ripulita dal tappeto di vetri e sporcizia e la Barcaccia – svuotata da ogni tipo di rifiuti, compresi i vessilli del Feyenoord lasciati dai tifosi olandesi – torna a riempirsi d’acqua. Ma “i danni alla fontana del Bernini sono sicuramente maggiori di quelli accertati da un primo sopralluogo. Sono state riscontrate diverse scheggiature e colpi sulla superficie di travertino che hanno creato danni indelebili e permanenti”, dice il sovrintendente ai beni culturali di Roma Claudio Parisi Presicce

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma-Feyenoord, Pecoraro querela Il Fatto. La replica: ‘Raccontate storie note’

prev
Articolo Successivo

Svizzera, 4 morti dopo la valanga che ha travolto 5 scialpinisti italiani

next