Massimo Carminati, l’uomo considerato dalla Procura di Roma il capo di Mafia Capitale, è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo (Udine). Assieme a lui stamani sono stati trasferirti gran parte degli arrestati nell’inchiesta che si trovavano a Rebibbia. Il trasferimento si è reso necessario per una questione di “incompatibilità ambientale”.

Ieri l’altro arrestato eccellente dell’inchiesta, ovvero l’uomo considerato il dominus delle coop sociali di Roma Salvatore Buzzi, era stato trasferito nel carcere nuorese di Badu ‘e Carros. Questi trasferimenti sono dettati anche dal fatto che, essendo accusati la maggior parte degli arrestati di associazione a delinquere di stampo mafioso, devono essere detenuti in reparti di massima sicurezza.

Sono fissati per lunedì mattina, nel carcere di Regina Coeli, gli interrogatori di Rocco Rotolo e di Salvatore Ruggero, gli ultimi due ad essere finiti in carcere e considerati vicini alla ‘ndrangheta. Entrambi sono accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso in quanto ritenuti responsabili di aver assicurato il collegamento tra il clan dei Mancuso, egemone nel Vibonese, ed alcune cooperative riconducibili a Buzzi, braccio finanziario, secondo la Procura di Roma, dell’organizzazione criminale capeggiata da Carminati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mafia Capitale, Odevaine al Cara di Mineo grazie al luogotenente di Alfano in Sicilia

prev
Articolo Successivo

Corruzione, Sabelli (Anm) risponde a Renzi: “Parliamo per avere leggi migliori”

next