Massimo Artini, finito nel mirino del blog del fondatore del Movimento 5 Stelle insieme alla collega Paola Pinna, risponde all’accusa della mancata restituzione delle quote dello stipendio da parlamentare. “Sono molto tranquillo e aspetto il verdetto di stasera”, dice l’onorevole proprio mentre sul sito di Beppe Grillo è in corso la votazione sulla sua espulsione. E aggiunge: “A pensare male ci si azzecca. Io avevo fatto delle richieste precise al gruppo M5S” di Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s, “assistente aveva contratto”: multa a Paglini e Bottici. “Falso, faremo ricorso”

prev
Articolo Successivo

FI, volano gli stracci. Bianconi vs la giovane Sardone: “Parli come Razzi”

next