“Ultima pole a Le Mans 2010, c’erano le gare in bianco e nero ancora”. Scherza così Valentino Rossi al termine delle qualifiche del Gran Premio di Valencia che lo ha visto ottenere il miglior tempo. All’ultimo appuntamento stagionale del Motomondiale il pilota della Yamaha confeziona un giro perfetto prima della bandiera a scacchi che fa calare il sipario sulle qualifiche.

Il Dottore mette in fila la concorrenza con il tempo di 1’30″843, precedendo la Ducati di Andrea Iannone (1’30″975). Lo spagnolo Dani Pedrosa, con la migliore delle Honda Repsol, ottiene il terzo crono (1’30″999) e chiude la prima fila. Quarto tempo per la Yamaha dell’iberico Jorge Lorenzo (1’31″049), seguito dalla Honda Repsol del connazionale Marc Marquez (1’31″144). Il campione del mondo chiude la sua giornata con una caduta nella fase finale delle qualifiche: nessun danno, ma addio alla prima fila.

Il pilota di Tavullia archivia la 50esima pole della carriera nella classe regina del Motomondiale e la 60a complessiva (5 nella classe 250 e altrettante nella 125). “È bello, sono contento, intanto è stata una sorpresa”, commenta ai microfoni di Sky Sport. “Pensavo di poter andare bene, non ero male nel turno prima, ma non di fare la pole. È stato bellissimo ed anche molto importante per domani, anche se sarà difficile. Quando le gomme finiscono, noi con le Yamaha soffriamo un po’ troppo. C’è un po’ da lavorare ma speriamo di migliorare ancora”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Casey Stoner torna in sella a una Moto Gp: due giorni di prove a Motegi

prev
Articolo Successivo

Moto Gp, a Valencia 13esimo successo di Marquez. Rossi chiude secondo

next