Il Consiglio di disciplina territoriale dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha aperto un procedimento nei confronti di Alfonso Signorini, direttore del settimanale Chi. Il motivo? Il servizio fotografico su Marianna Madia pubblicato il 5 novembre dal settimanale della famiglia Berlusconi. Nel mirino del consiglio disciplinare sono finiti i quattro scatti rubati al ministro della Pubblica amministrazione mentre è in macchina, a Roma, in compagnia del marito e mangia un gelato. Più che le foto, però, ciò che ha provocato l’azione dell’ordine sono titolo e didascalia che accompagnano gli scatti. A cominciare dall’intestazione: “Ci sa fare col gelato“. Il procedimento è stato aperto per “palese violazione delle norme deontologiche sulla privacy e per fatti non conformi al decoro e alla dignità professionale” ha detto il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Gabriele Dossena. “Era necessario mandare un segnale forte, chiaro e soprattutto immediato”, ha concluso Dossena. Il caso verrà discusso in occasione della prossima riunione del Consiglio dell’Ordine.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Netflix in Italia nel 2015, cambia la televisione?

next
Articolo Successivo

Il Fatto Quotidiano: nuova governance per la quotazione a Piazza Affari

next