Giampaolo Azzola, 55 anni, originario di Alzano Lombardo, provincia di Bergamo, è rimasto ucciso oggi a Tirana durante una sparatoria in un night club, che ha provocato in tutto 4 morti: le altre tre vittime sono tre albanesi di età comprese fra i 19 e i 38. Azzola è stato raggiunto da tre colpi di pistola ed è morto mentre veniva trasferito in ospedale. Nella capitale albanese Azzola, aveva aperto da alcuni anni un negozio di abbigliamento sportivo. Al momento non si hanno dati sul movente della sparatoria e della rissa che pare l’abbia preceduta. La polizia ha arrestato tre persone, tra cui, anche Kostantin Xhuvani, figlio di un parlamentare albanese della maggioranza di centro sinistra del premier Edi Rama e già condannato per un altro omicidio avvenuto nel 2011. La Farnesina da parte sua ha confermato la morte di un connazionale a Tirana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Muro di Berlino, nel 25° della caduta i comunisti tornano al potere in Turingia

next
Articolo Successivo

Pakistan, due giovani cristiani arsi vivi: “Blasfemi, avevano bruciato il Corano”

next