Show dell’europarlamentare della Lega Nord, Gianluca Buonanno, al Parlamento Europeo. Nella giornata di ieri, durante la discussione sull’accordo di associazione con l’Ucraina, l’esponente del Carroccio ha sfoggiato una t-shirt contro le sanzioni alla Russia e ha ribadito la sua posizione durante il suo colorito intervento: “Secondo me, l’Europa fa delle scelte demenziali contro la Russia. Ne pagano le conseguenze centinaia di milioni di europei solo perché dovete difendere l’America dai loro interessi. Con la Russia invece bisogna collaborare, perché questa Europa è già invertebrata contro i clandestini e contro gli islamici. E ora se la prende con la Russia, è una cosa vergognosa”. E ha aggiunto: “Qui non ci sono gli euroscettici o gli europeisti, qui ci sono solo gli europirla, cioè quelli che non fanno gli interessi del popolo europeo. Ci sono tanti imprenditori in difficoltà per le vostre scelte demenziali”. Oggi, invece, Buonanno, pronunciandosi sull’Eurozona, si è reso protagonista di un altro intervento sopra le righe. Rivolgendosi al Commissario europeo per gli affari economici, il finlandese Jyrki Kaitanen, ha dichiarato: “Forse lei è abituato a parlare con i suoi connazionali. Faccio un esempio: un noto pilota finlandese di Formula Uno, mi sembra che si chiami ‘Rikkionen’ (Kimi Räikkönen, ndr), che guadagna milioni di euro” di Gisella Ruccia

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corruzione, da Craxi a Berlusconi a Renzi: la colpa non è mai dei ladri ma sempre delle guardie

next
Articolo Successivo

Roma, Lega in piazza per indipendenza Veneto. Zaia: “Ora referendum consultivo”

next