Una storia d’amore tormenta, una Olimpiade pure, quella di Londra 2012 da dimenticare, e anche un possibile matrimonio non riesce a mettere d’accordo Federica Pellegrini e Filippo Magnini. Le nozze sembravano a un passo: “Le Olimpiadi del 2016 a Rio, in Brasile, saranno le ultime per noi, qui chiuderemo la nostra carriera, dopodiché ci sposeremo” aveva raccontato la campionessa di Mirano in un’intervista su ‘Chi’, in edicola mercoledì 13 agosto, in occasione della festa per il suo ventiseiesimo compleanno.

Il compagno, il campione di stile libero, aveva aggiunto: “Abbiamo avuto alti e bassi, ma non ci siamo persi mai di vista. Non ho ancora chiesto la mano di Federica – aveva ammesso – ma quando lo farò spero non mi rifiuti, altrimenti avremo un problema”. “Dopo Rio decideremo definitivamente dove vivere e costruiremo insieme quello che dobbiamo costruire. Io ho sempre avuto un forte istinto materno e spero di ricreare una bella famiglia – aveva replicato lei – come quella dalla quale provengo”. 

I due campioni avevano abituato i loro fan a onde anomale e così poco dopo l’annuncio è arrivata la smentita: “Tranquilli ragazzi nessune nozze in vista … pensiamo alle Olimpiadi prima…e poi si vedrà” scrive in un tweet da Federica.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Antonio Conte vicino alla nazionale, Tavecchio: “Attendo una risposta”

next
Articolo Successivo

Calciomercato: i colpi delle grandi arrivano a parametro zero. Scatenate le piccole

next