Per mesi la stampa inglese si è riferita a lui per con l’appellativo ‘fair dodger’, ovvero lo ‘scroccone‘ della City. Ora ha un nome e un cognome: Jonathan Burrows, 44 anni, executive manager della finanziaria BlackRock con uno stipendio da 1 milione di sterline l’anno. Per cinque anni lo scroccone d’Inghilterra non ha pagato il biglietto del treno che lo portava da casa sua, nell’East Sussex, dal centro di Londra, totalizzando 43.000 sterline (circa 53.000 euro) di viaggi gratis.

Mr Burrows era stato beccato lo scorso aprile da un controllore e per evitare che la stampa facesse il suo nome aveva pagato alla ferrovie la cifra dovuta, più 450 sterline di spese legali. Naturalmente la storia, in un paese in cui i pendolari sono tanti, ha avuto molta più eco di quanto non sperasse il manager. Soprattutto è arrivata fino alla Financial Conduct Authority, l’autorità che vigila sul comportamento di chi lavora a Londra, alla quale Burrows era iscritto, che ha avviato un’inchiesta interna.

Messo alle strette, Burrows ha avvertito direttamente i suoi superiori, che erano all’oscuro della vicenda dei biglietti non pagati ed è stato sospeso dall’incarico, e in seguito ha presentato le dimissioni. L’uomo, sposato e padre di un bimbo piccolo, è proprietario di due case che valgono circa 4 milioni di sterline e non ha mutui da pagare. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gaza: cessare il fuoco ed abolire il blocco

next
Articolo Successivo

Gaza, ambasciata Israele contro giornalista spagnola: “Fa solo propaganda per Hamas”

next