L’Olanda è preoccupata per il suo bomber Robin Van Persie. L’attaccante del Manchester United ha lasciato l’allenamento degli Oranje in anticipo rispetto ai compagni e con una vistosa fasciatura attorno alla coscia sinistra. Si teme una contrattura o addirittura uno stiramento: l’infortunio lo mette in dubbio per il quarto di finale contro la Costa Rica. Sabato all’Arena Fonte Nova di Salvador al suo posto potrebbe esserci Klaas-Jan Huntelaar.

Mondiale complicato quello disputato sin qui da Van Persie: dopo lo scintillante esordio contro la Spagna con una doppietta e la rete messa a segno contro l’Australia, il bomber sembra essersi perso ed è andato incontro ad alcuni problemi fisici. Louis Van Gaal, che nel frattempo ha già detto addio al suo perno di centrocampo Nigel De Jong, potrebbe ora schierare dal primo minuto Huntelaar: l’ex Milan, con il suo rigore a tempo scaduto contro il Messico, ha già garantito all’Olanda il passaggio ai quarti di finale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ottavi finale mondiali 2014: Belgio-Stati Uniti 2-1, tabellino e pagelle

prev
Articolo Successivo

Mondiali 2014, la fidanzata di Neymar smentisce di essere incinta

next