“Siamo un gruppo flessibile, non un unico partito. Abbiamo politiche diverse, ma condividiamo l’idea di contrastare un’ulteriore cessione di sovranità nazionale a Bruxelles e di difendere la democrazia dei popoli”. Così Roger Helmer, capo delegazione Ukip al Parlamento europeo, commenta a ilfattoquotidiano.it la formazione del nuovo gruppo con il M5S. L’Euro? “Un assoluto disastro” risponde Helmer che spiega: “E’ responsabile di forti squilibri tra Nord e Sud Europa e della disoccupazione in Italia, Spagna e Grecia“. Il politico commenta anche le differenze tra l’Ukip e il Front National di Marine Le Pen: “Anche se si stanno ripulendo, restano un partito razzista. E poi, come tutti i francesi, sono protezionisti e dirigisti economicamente, noi siamo a favore del libero mercato”. La chiave per uscire dalla crisi economica? “Basta distruggere l’economia europea, meno regolamentazione del mercato del lavoro e – dice – abbassare i costi dell’energia“. Per quest’ultimo obiettivo, l’Ukip propone “più carbone, più gas e più nucleare”  di Alessio Pisanò

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5S: lettera ai parlamentari Ue da un sostenitore della prima ora

prev
Articolo Successivo

Altra Europa in Sardegna, lavorare sul campo

next