Riunione congiunta dei senatori e deputati del M5s alla Camera dei deputati. I temi sul tavolo sono tanti: i risultati dei ballottaggi, cambi nello staff comunicazione e una rosa di nomi 5 stelle per i giudici della Corte Costituzionale da presentare sul blog. Per i parlamentari le tre vittorie incassate nelle città di Bagheria, Civitavecchia e Livorno, da 68 anni roccaforte toscana della sinistra, sono un buon risultato. “La nostra è una rivoluzione lenta, ma inesorabile” afferma il deputato Matteo Mantero. “Dimostrano che noi ci siamo e andiamo avanti” aggiunge la collega Carla Ruocco. ” “Sono conquiste importanti, bisogna ripartire da queste città per portare avanti i nostri contenuti – sostiene il senatore Giuseppe Vacciano – è un ritorno alla natura del M5s, cioè partire dalle conquiste sul territorio per ottenere vittorie più grandi”. “Basta parlare di analisi del voto, faremo tesoro dei nostri errori se ne abbiamo commessi, noi però siamo cittadini comuni non strateghi – sottolinea la parlamentare Laura Castelli – gli elettori valuteranno il nostro lavoro quotidiano e la nostra onestà”. “Bisogna parlare dei temi e così conquisteremo la fiducia della gente, voi media però dateci una mano” chiosa il deputato Alessio Villarosa  di Irene Buscemi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, in principio fu Bologna: la sinistra e la caduta delle roccaforti

next
Articolo Successivo

Elezioni Livorno, la rivolta dei trinariciuti

next