Una prima fila tutta Mercedes nelle qualifiche del Gran Premio del Canada di Formula Uno. Nico Rosberg ha fatto segnare il tempo di 1’14.874, precedendo di soli 79 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton. Terzo Sebastian Vettel con la Red Bull. Indietro le Ferrari: Fernando Alonso si è piazzato settimo, Kimi Raikkonen decimo.

È felice Rosberg dopo la pole position conquistata nel Gran Premio di Montreal davanti al compagno di squadra Hamilton. “Come ci siamo migliorati? Lavorando di continuo e guardando i dati, cercando di migliorare l’assetto e capire quali erano i settori in cui lavorare – ha aggiunto il tedesco in conferenza stampa – È stato un processo continuo che ha funzionato bene”.

“Ho faticato a fare un buon giro, continuavo a scivolare ovunque, ho fatto un piccolo errore, è andata così”. Raikkonen ha commentato così ai microfoni di Sky Sport il decimo posto ottenuto nelle qualifiche del settimo appuntamento del Mondiale di Formula Uno. “Ci aspettavamo che sarebbe stato un weekend difficile qui per il tipo di percorso – ha aggiunto il finlandese – ma cercherò di fare del mio meglio. Durante il weekend tutti fanno cose diverse, noi siamo più o meno dove ci aspettavamo”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Formula 1, Gran Premio di Monaco: regnano le Mercedes. Alonso quarto

prev
Articolo Successivo

Formula 1- Gp Canada, vince Ricciardo. Ferrari fuori dal podio: Alonso sesto

next