“Uomo e ben preparato”. Così il portavoce della procura di Bruxelles in una conferenza stampa traccia l’identikit del killer che ieri al Museo ebraico ha ucciso a colpi di pistola quattro persone. La procura ha anche pubblicato i filmati del killer in azione, lancinado un appello alla cittadinanza a collaborare (http://www.polfed-fedpol.be). In alcuni dei fotogrammi si vede l’uomo col volto nascosto da un cappellino, il cappuccio di una felpa e occhiali scuri, arrivare al museo, estrarre un’arma da fuoco tipo kalashnikov e sparare, prima di rimettere tutto in due borse e fuggire a piedi

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Polonia, morto l’ex presidente Wojciech Jaruzelski

prev
Articolo Successivo

Il Venezuela contro gli Stati Uniti

next