“Uomo e ben preparato”. Così il portavoce della procura di Bruxelles in una conferenza stampa traccia l’identikit del killer che ieri al Museo ebraico ha ucciso a colpi di pistola quattro persone. La procura ha anche pubblicato i filmati del killer in azione, lancinado un appello alla cittadinanza a collaborare (http://www.polfed-fedpol.be). In alcuni dei fotogrammi si vede l’uomo col volto nascosto da un cappellino, il cappuccio di una felpa e occhiali scuri, arrivare al museo, estrarre un’arma da fuoco tipo kalashnikov e sparare, prima di rimettere tutto in due borse e fuggire a piedi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Polonia, morto l’ex presidente Wojciech Jaruzelski

next
Articolo Successivo

Il Venezuela contro gli Stati Uniti

next