E’ durata oltre sette ore la requisitoria dei pm Grazia Pradella e Tiziana Siciliano nel processo sulla clinica Santa Rita di Milano. Hanno chiesto l’ergastolo per Pier Paolo Brega Massone, ex primario della struttura. Secondo l’accusa, Brega Massone  non ha esitato “per soldi” (attraverso il meccanismo dei rimborsi regionali) a eseguire interventi inutili “con mutilazioni” nemmeno di fronte a dei “malati terminali”, dimostrando di non possedere “il senso dell’umana pietà”.  Chiesto l’ergastolo anche per l’ex aiuto di Brega Massone, Fabio Presicci, che deve rispondere di due omicidi. E’ stato il pm Pradella a rivelare, durante la requisitoria, la sua esperienza personale: “Cresciuta in una famiglia di medici” e paradossalmente chiamata a indagare proprio sulla “clinica degli orrori”  di Francesca Martelli

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Casa al Colosseo: magari Scajola sapeva di non sapere

prev
Articolo Successivo

I 5 Stelle con Di Matteo al processo sulla Trattativa: “Dimostriamo presenza Stato”

next