Sono 40, su 60, i consiglieri regionali piemontesi rinviati a giudizio per Rimborsopoli: 33 del centrodestra e 7 del centrosinistra più il presidente del consiglio e lo stesso governatore Roberto Cota (Lega). Questa è l’ultima tegola che cade sulla giunta leghista, dopo che la scorsa settimana il Tar ha dichiarato nulle le elezioni del 2010. “Le mutande di Cota erano su tutte le prime pagine internazionali – spiega Davide Bono, consigliere M5s – ora si deve andare a votare, prima di fare altri danni che pagherebbero i cittadini”. Bono continua “il M5s ha avuto un ruolo importante nel denunciare queste situazioni che sono una prassi della politica”. Cota dopo la sentenza del Tar aveva accusato di golpe la “magistratura comunista”. Ora ci si aspetta che rincari la dose e magari giustifichi meglio i 115 scontrini che gli contestano i pm. Per esempio le 5 ricevute, ognuna in una zona diversa, per i pasti di una sola giornata  di Cosimo Caridi 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Renzi: “Governo, gradimento al minimo”. Letta incassa: “Ora serve nuovo inizio”

next
Articolo Successivo

Pd, Raciti: “Incontro tra Renzi e Berlusconi? Rischia di diventare un boomerang”

next