L’effetto Renzi sembra ancora spingere il Partito Democratico, che si rafforza ulteriormente e sale al 33,5%. Il sondaggio che l’Istituto IPR Marketing, diretto da Antonio Noto ha effettuato per conto del TG3 evidenzia che il Pd rispetto alla precedente rilevazione di dicembre guadagna un punto; ma da quando si sono tenute le primarie la crescita è di ben cinque punti.

Fiducia al premier e al governo. Dopo la pausa natalizia e la ripresa delle fibrillazioni all’interno della compagine governativa, il livello di fiducia sia nel premier che nel Governo nel suo complesso è in calo. La fiducia in Letta scende di tre punti e arriva al 38%. Ancora peggio il governo nel suo complesso, che perde tre punti e arriva al 22%. – Intenzioni di voto: Le intenzioni di voto registrano un processo di concentrazione di consenso nei confronti dei tre partiti maggiori; se infatti il Pd svetta, in ulteriore crescita, al 33,5%, alle sue spalle il Movimento Cinque Stelle guadagna l’1,5% e torna ben oltre il 20% (21,5%); analoga crescita (1,5%) per Forza Italia rispetto alla rilevazione di dicembre, che porta il principale partito di centrodestra al 20,5%.

È da notare quindi che questi tre raggruppamenti raccolgono il 75% del totale dell’elettorato. In flessione Ncd che cala dal 6,5% al 5,5%. In calo o stabili tutti gli altri: Sel scende dal 3 al 2%, Scelta Civica dall’1,3 all’1%, La Lega resta al 3,5%, così come Fdi e Udc conservano ciascuno il suo suo 2,5%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spese pazze in Sicilia, anche Faraone tra gli 83 consiglieri indagati per peculato

next
Articolo Successivo

Sicilia: quest’anno 1.160 euro al mese in più per gli 11 capigruppo in Regione

next