Aveva 5 anni e nell’estate del 2012 aveva ucciso capi di bestiame. L‘orso M2 potrebbe aver pagato caro i suoi raid: è stato ucciso a fucilate. La sua carcassa era stata ritrovata sabato scorso in val di Rabbi, in Trentino. La conferma arriva dal Servizio Foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento. Su quanto accaduto sono attualmente in corso indagini da parte del personale del Corpo forestale del Trentino, che ha informato della vicenda la Procura della Repubblica di Trento.

Il plantigrado trovato morto da circa un paio di anni frequentava il territorio compreso tra la val di Sole e la val Rendena. Nel mese di luglio del 2012 era stato catturato e dotato di radiocollare per monitorarne gli spostamenti in seguito ad alcune razzie di pecore e vitelli. Gli uomini della Forestale hanno trovato nella zampa dell’ungulato un proiettile e ora stanno cercando chi ha provocato la morte dell’orso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Internet, tonno radioattivo? L’ultima delle bufale della rete

next
Articolo Successivo

Attivisti di Greenpeace ancora in prigione, non sono pirati!

next