Dopo la visita a Lampedusa, Papa Francesco decide di incontrare di nuovo i migranti scappati da fame e persecuzioni nei loro paesi. Il Pontefice ha trascorso una giornata con i rifugiati del Centro Astalli di Roma che ogni giorno assiste più di 450 immigrati. Si è recato alla mensa e alla Chiesa del Gesù e lontano dalle telecamere ha ascoltato le loro storie. Tra i richiedenti asilo, c’era anche Adam, sudanese del Darfur costretto ad arruolarsi con i ribelli e a combattere contro suo fratello. Isabel, invece, è arrivata dalla Colombia tredici anni fa. Per mantenersi fa quattro lavori e nel tempo libero va nelle scuole a raccontare ai bambini cosa significa scappare dalla propria terra e diventare una rifugiata  di Gabriella Lanza

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alberto Bevilacqua, Procura Roma indaga quattro medici per omicidio colposo

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta in Toscana, cinque arresti e sequestri di beni per 44 milioni di euro

next